Notice: Undefined index: host in /srv/users/serverpilot/apps/mastersgp/public/textpattern/lib/txplib_db.php on line 28
Galileo SGP: L’umidità che frena l’influenza
Galileo SGP
pagine a cura degli studenti


Tag cloud


Home / Articoli

MALATTIE INFETTIVE

L’umidità che frena l’influenza

Sep 25, 12:11 PM | di Ilaria De Vito | tags:

Il livello di trasmissione del virus influenzale è correlato al livello di umidità dell’aria. Uno studio condotto da ricercatori dell’Oregon State University, negli Usa, diretti da Jeffrey Shaman, ha dimostrato che quando l’umidità assoluta è bassa – con picco nei mesi di gennaio e febbraio – il virus sopravvive più a lungo e il numero di trasmissioni aumenta.

Il lavoro, pubblicato su Pnas, è partito dai dati ottenuti da uno studio del 2007 svolto dai ricercatori del Mount Sinai School of Medicine (New York), che avevano valutato gli effetti sulla trasmissione e sopravvivenza del virus dell’influenza dei livelli di umidità relativa, che esprime il rapporto tra il vapore acqueo presente nell’aria e la temperatura.  In generale, lo studio mostrava che il virus sopravvive e si trasmette più facilmente quando fa freddo e l’aria è secca, ma i dati risultavano troppo deboli per essere soddisfacenti.

Per ottenere informazioni più chiare i ricercatori dell’Oregon si sono  soffermati sul rapporto dell’influenza con l’umidità assoluta, quella cioè indipendente dalla temperatura. “In questo caso la correlazione è estremamente forte”, spiega Shaman. “Quando l'umidità assoluta è bassa, il periodo di sopravvivenza del  virus dell'influenza si allunga, e i tassi di trasmissione salgono", aggiunge Melvin Kohn, che ha partecipato alla ricerca.

Per decenni ci si è chiesti perché l’influenza si diffonda di più durante l’inverno, con spiegazioni plausibili e sicuramente ancora valide legate alle abitudini di vita: nei mesi invernali si frequentano luoghi chiusi e affollati, dove il virus si trasmette facilmente. Inoltre si riduce l’esposizione al sole, che svolge un’importante funzione nell’attivare il sistema immunitario. Solo adesso però conosciamo esattamente perché la diffusione dell’influenza è più alta durante il periodo invernale: per quanto strano possa sembrare, infatti, l'umidità assoluta è più elevata in estate che in inverno. In particolare, ricordano i ricercatori, nell'Oregon, in una giornata estiva media il contenuto di vapore acqueo nell'aria è circa doppio di quello presente in una giornata media invernale.