Notice: Undefined index: host in /srv/users/serverpilot/apps/mastersgp/public/textpattern/lib/txplib_db.php on line 28
Galileo SGP: Biodiversità: un concetto da proteggere
Galileo SGP
pagine a cura degli studenti


Tag cloud


Home / Blog

Biodiversit√†: un concetto da proteggere

May 22, 11:03 AM | Massimiliano Oddi | tags:

Cosa si intende per biodiversità? Questo termine, usato spesso a sproposito, racchiude un preciso significato, con importanti risvolti culturali, ignorati dai mezzi di comunicazione, sottovalutati, ma fondamentali per definirne ed apprezzarne il valore storico, scientifico e sociale.


La convenzione sulla diversità biologica (CDB) fu adottata a Nairobi, in Kenia, il 22 maggio dell’ormai lontano 1992 e ratificata a Rio De Janeiro nel giugno dello stesso anno. La CDB racchiude tre obiettivi primari: la conservazione    della diversità biologica, l’uso sostenibile delle sue componenti e la giusta ed equa condivisione dei benefici derivanti dall’utilizzazione delle risorse genetiche.


La diversità biologica viene definita all’articolo 2 della convenzione, che recita: “la biodiversità è la variabilità tra organismi viventi di qualsiasi tipo, compresi, tra gli altri, quelli terrestri, marini e di altri ecosistemi acquatici ed i complessi ecologici dei quali questi sono parte; questa include la diversità all’interno delle specie, tra le specie e quella degli ecosistemi”. Con questa definizione, per la prima volta, si assegna di fatto un ruolo importantissimo alle risorse genetiche ed alla loro salvaguardia.


Esistono differenze più o meno evidenti tra esseri viventi. Alcune di queste sono sotto i nostri occhi e possiamo renderci conto facilmente del loro significato: un animale è differente da un vegetale, un vertebrato da un invertebrato, un mammifero da un rettile e così via. Il mondo della vita è diviso in regni, phyla, classi, ordini, famiglie, generi, fino ad arrivare alla specie . Si definiscono appartenenti alla stessa specie: due individui che, incrociandosi tra loro, generano, potenzialmente, una prole illimitatamente feconda.


La biodiversità non si ferma però a questo livello. Nel patrimonio di ogni individuo della stessa specie, esistono delle differenze che lo rendono unico. Ogni essere vivente possiede un suo corredo genetico distintivo. A volte questo si esprime manifestamente, attraverso quello che chiamiamo fenotipo dell’individuo (la sua forma esteriore). Altre volte rimane silente, ma costituisce una caratteristica unica che verrà trasferita alle generazioni successive. Individui con fenotipi e genotipi distinti, possono adattarsi in maniera differente  all’ambiente nel quale si sviluppano, sopravvivere o soccombere, riprodursi o non riprodursi, trasmettere o non trasmettere alla propria prole le peculiarità individuali, seguendo un fenomeno che prende il nome di selezione naturale ed in ultima analisi di evoluzione della specie.


Potremmo credere che proteggere queste differenze assuma un ruolo squisitamente filosofico. Potremmo concludere che la diversità tra gli individui e quella degli ecosistemi in cui questi individui esistono rivestano un valore puramente estetico e culturale. Ma il significato della conservazione della biodiversità è più ampio di quanto pensiamo.


Se la biodiversità è alta, ogni specie, ogni popolazione ed ogni ecosistema hanno la possibilità di adattarsi ai cambiamenti che naturalmente e inevitabilmente avvengono nell’ambiente che li circonda. La biodiversità permette ad alcuni individui di sopravvivere in un ambiente mutato, permette alla specie di cercare la propria salvezza in un ventaglio più ampio di possibilità. Soprattutto oggi, in un momento storico in cui l’uomo, con le sue attività, modifica drammaticamente le caratteristiche ambientali, è importante salvaguardare la biodiversità.

La diversità biologica ci consente di esplorare forme di vita dalle quali ricavare preziose informazioni in ambito medico, ci permette di individuare specie animali e vegetali che possano costituire risorse alimentari alternative di fronte agli sconvolgimenti climatici ed ecologici. In sintesi, la biodiversità è di fondamentale importanza, non solo per la sussistenza di un pianeta Terra in equilibrio con se stesso, ma per la sopravvivenza stessa della specie umana. Guardare e capire, ma a volte, è meglio non toccare.